RUMORE n. 157, febbraio 2005
Hate/Love

ROCK SOUND n. 81, febbraio 2005
Hate/Love

PUNKSTER n. 7, marzo/aprile 2005
Hate/Love

TRUST n. 111/02, April/Mai 2005
Hate/Love

MAXIMUM ROCK'N'ROLL n. 266, luglio 2005
Hate/Love



 

RUMORE n. 157, febbraio 2005
Aa.Vv.
Hate/Love
(Lovehate80/S.O.A./Mele Marce)
Disco del mese Retropolis

Possiamo applicare a questa raccolta retrospettiva di punk italiano lo stesso concetto usato da Marco Philopat nel suo celebre libro per la Shake: costretti a sanguinare. Punk nello spirito e nella carne. Si interroga giustamente, nelle note di copertina, Stefano Ragazzi, "sopravvissuto" degli Impact e attuale batterista delle Sorelle Kraus, se quello dei Blink 182 o Sum 41 sia punk e se abbia un valore tutto questo parlare che si fa ancora del punk sui giornali e in televisione. E la risposta è amara ma netta: no. Oggi il punk è puro fashion. Alla faccia di tutti i massmediologi o cosiddetti osservatori di costume da magazine e da programma televisivo di culto che teorizzano l'apparenza come sostanza. Cose ben diverse e ben più pregnanti escono da questi solchi polverosi degli anni ottanta. Esce pura disperazione, pathos, forse anche nichilismo. Ma si tratta di esperienze di vita vera, di un pulsare indomabile di ribellione che riverbera ancora oggi tutta la sua potenza. È, come ha detto qualcuno, materiale resistente. Uno sforzo comune tra SOA e Mele Marce ha consentito di ricostruire quel percorso di autoproduzione e di lotta, in Italia, fatto di 45, demotapes, raccolte e split singles. Ad eccezione di pochi nomi, ci sono proprio tutti: dai Negazione ai Peggio Punx, dai Kina agli Eu's Arse, dai Nabat agli Indigesti, dagli Upset Noise agli I Refuse It, dai Raw Power ai Rappresaglia. Suoni ruvidi e lancinanti. Punk-rock and roll-rumore-feedback. Chitarre distorte di terz'ordine, bassi cupi, batterie intubate e urla ferine contro l'omologazione e la normalizzazione. Televisiva e non solo. Qualcosa come 45 brani per altrettanti gruppi, ad esprimere una purezza espressiva assoluta, sebbene un po' naif, che forse appartiene a un'epoca passata, ma che ancora oggi suscita incomprimibili ed essenziali emozioni. Sono due cd accompagnati da un libretto che è indispensabile corollario informativo e diario di lotta. Non solo per non dimenticare, ma per ritrovare qualcosa che tutti abbiamo perso.
Claudio Sorge

 


ROCK SOUND n. 81, febbraio 2005
Aa.Vv.
Hate/Love
(Lovehate80/S.O.A./Mele Marce)
9/10

Dopo oltre un anno di lavoro ecco finalmente venire alla luce quello potremmo definire come un lavoro definitivo (o quasi) sulla stagione d'oro dell'hardcore italiano degli anni Ottanta. Disponibile in doppio CD (in confezione DVD) o doppio vinile colorato, "Hate/Love" allinea 45 gruppi famosi e meno, che hanno fatto la storia e la leggenda del punk made in Italy, raccogliendo plausi e consensi in tutto il mondo. Aiutati da uno splendido libretto con testi, foto e informazioni, potrete ripercorrere un periodo storico irripetibile per intensità e rabbia, che ha lasciato tracce profonde persino nella musica alternativa italiana attuale. Fare solo un elenco dei gruppi presenti (ma li conoscete già tutti: Negazione, Indigesti, I Refuse It e via di questo passo), dovendo per forza escludere qualcuno per ragioni di spazio, sarebbe ingiusto e limitante, giacchè l'importanza di un (capo)lavoro come questo sta nell'essere riuscito a preservare l'immediatezza e la crudezza di queste registrazioni, spesso spartane, ma che godono di un'energia e di un'ingenuità ormai perse nel tempo. Vista l'assenza di alcuni nomi importanti - ma anche di parecchi minori - come Declino, CCM o Crash Box, speriamo che prima o poi esca anche un secondo volume. Informazioni e ordini a: www.lovehate80.it.
Stefano Gilardino

 


PUNKSTER n. 7, marzo/aprile 2005
VVAA
Hate/Love
(lovehate80.it / S.O.A. Records / Mele Marce)
6/6

Queste frasi di Rob, Giorgio ed Angelo SONO PESANTI... più significative di una qualsiasi mia altra opinione. Quindi, un po' come le vignette della Settimana Enigmistica: SENZA PAROLE!

Da dove arriva il nome HATE/LOVE... nel senso... HATE ci sta, ma LOVE?
Il movimento punk, sin dagli inizi, ha avuto una sorta di "doppia identità": c'erano punk estremamente nichilisti, no future, contro tutto e tutti, e punk pacifisti, non violenti e realmente impegnati politicamente. Questo non significa che fossero due movimenti distinti che procedevano autonomamente, anzi, capitava spesso di vederli impegnati nelle stesse attività e iniziative. La doppia cover di Hate/Love vuole rappresentare proprio la doppia "anima" del movimento.
C'è stato un criterio per cui qualcuno è entrato in "Love", e qualcuno in "Hate"??
Nessuna divisione. Invece siamo stati molto attenti alla sequenza complessiva dei brani di ciascun album per garantire uniformità di qualità audio e stili. All'ascolto, il risutato finale ci soddisfa molto.
Quanto tempo avete "investito" in questa operazione???
Quasi un anno e mezzo. Recuperare il materiale presente sul booklet e realizzare la grafica è stato un lavoro lunghissimo.
Le più belle soddisfazioni, a livello di pezzi "trovati"??
Beh, i pezzi li conoscevamo già tutti. La cosa interessante è stata riuscire ad assemblarli in un unico disco. Purtroppo mancano molti nomi, un paio non hanno dato disponibilità, altri non sono stati inseriti per mancanza di spazio sul vinile. Ci teniamo a dire che questo disco non è un bootleg e che tutti i 45 gruppi presenti sono stati contattati e hanno collaborato attivamente al progetto. Una delle più grandi soddisfazioni è proprio questa.
Francesco Mazza

 


TRUST n. 111/02, April/Mai 2005
Various Artists
Hate/Love
DCD/DLP

Fettes Teil! Bei "Hate/Love" handelt es sich um eine Compilation, die ihr Augenmerk auf die italienische HC/Punkszene der 80er wirft. Neben den (bekannteren) Aushängeschildern Kina, Indigesti, Raw Power oder Negazione, die natürlich hier nicht fehlen dürfen, gibt es 41 andere Bands von denen zumindest ich gröβtenteils noch nichts gehört habe. Dass es sich bei vorliegenden Aufnahmen nicht um audiophile High-End-Produktionen handelt sollte klar sein und auch, dass manches aus heutiger Sicht etwas simpel gestrickt erscheinen mag. Aber bei dem ganzen "alten Amischeiβ" ist das ja auch nicht anders. Die Compilation beinhaltet wie gesagt 45 Bands, wobei sich der Schwerpunkt in der Mitte der 80er bewegt, so dass auch Bands, die später recht rockig wurden, wie z.B. Negazione oder Kina, noch mit ihrem anfänglichen ungestümen Hardcore vertreten sind. Neben den beiden CDs enthält die DVD-Box auch noch eine fettes Booklet, das zu jeder Band Fotos und viele Linernotes sowie den Text des jeweiligen Songs beinhaltet. Allerdings empfiehlt es sich, für die Lektüre des Italienischen mächtig zu sein, da die informationelle Ausbeute sonst eher bescheiden ist. "Hate/Love" ist übrigens kein Bootleg darauf wird extra hingewiesen und unterscheidet sich somit vom Gros der KBD Sampler. Liebevoll gemachtes Teil, das rundweg zu empfehlen ist. Sowohl die CD, als auch die Vinyl-Version sind auf 500 Einheiten limitiert. Mehr Infos unter www.lovehate80.it
Sebastian
Traduzione dal tedesco a cura di Saria Altieri:
Ben fatto! "Hate/Love" è una compilation che pone l'attenzione sulla scena italiana Hardcore/Punk degli anni '80. Accanto alle punte di diamante (più conosciute) Kina, Indigesti, Raw Power e Negazione, che ovviamente qui non potevano mancare, figurano altre 41 band che in buona parte non avevo ancora ascoltato. Dovrebbe essere chiaro che questa incisione non ha nulla a che vedere con le produzioni audiofile high-end, e anche che qualche pezzo potrebbe risultare poco efficace da un punto di vista moderno, ma del resto anche con la "vecchia merda americana" non si va poi tanto oltre. Questa compilation raccoglie 45 gruppi, laddove colloca il suo punto focale nella metà degli anni '80, e, non a caso, quelle band che successivamente hanno assunto toni decisamente più rockeggianti, come ad esempio Negazione o Kina, qui vengono proposte nella loro versione iniziale di impetuoso Hardcore. Assieme ai due Cd, il box DVD include un booklet interessante con diverse foto e informazioni relative a ciascun gruppo, nonché i testi dei brani. Tuttavia per leggerlo bisogna essere in grado di capire l'italiano, altrimenti questo supporto informativo risulterebbe piuttosto scarso. Inoltre "Hate/Love" non è un bootleg, come espressamente sottolineano gli autori, e si distingue quindi dalla massa delle varie raccolte. Dunque un lavoro creato con grande cura e decisamente da consigliare. Sia il Cd che la versione in vinile hanno un'edizione limitata a 500 copie. Ulteriori informazioni sono reperibili sul sito: www.lovehate80.it.

 


MAXIMUM ROCK'N'ROLL n. 266, luglio 2005
V/A
Hate/Love
2xCD

Wow! This, my friends, is one awesome compilation. 45 ruling Italian bands from the 80s - an incredibly exciting scene back in the day - on two discs in a DVD-sized case. The comp opens with a scorcher from I DENY and the quality continues on from there. I don't know why WRETCHED, CCM, and PUTRID FEVER didn't make it on here, but all the other greats are represented, like thrash masters RAW POWER, INDIGESTI, PEGGIO PUNKS (yay!), and NEGAZIONE. Yes, wild, lo-fi thrash abounds on this comp, but there are some other goodies, like the underrated 7 SECONDS-influenced HIGH CIRCLE, STIGMATHE (catchy street punk), and RIDE (fast rockin' punk with keyboards). The winners in my opinion are THE WOPS with their BIG BOYS-sounding classic, "Hateful Town" (someone should release more of this band's stuff!), and a killer circle-pit-inducing track from CHAIN REACTION. (But STINKY RATS win for the best band name!) If that's not enough, this comes with a glossy black-and-white booklet insert with lyrics, excellent photos, and liner notes (in Italian). The layout and quality remind me of the fantastic old Italian fanzine T.V.O.R. (which I just found out will be reissued by this same label sometime this year). All the songs on here are from demos and hard-to-find records. Even this record is hard to find, so grab it if you see it. Available as a double LP as well. (PC) (Lovehate80.it, www.lovehate80.it)